Il Giudizio – Libro

Con la prefazione di Monsignor Filippo Curatola – ex direttore del giornale l’Avvenire di Calabria.

Il libro racconta di un monaco che vive la sua notte della fede, e lo scambio epistolare che intrattiene con una cara confidente, per restituire allo sguardo dell’anima la parte mancante: la consolazione e il senso.

Descrizione dell’Opera

Cosa accade nel segreto di un’anima sacerdotale quando Dio sembra nascondersi alla sua vista? Colui che – per scelta volontaria e definitiva – gli ha consegnato la vita, si scopre d’un tratto abbandonato e condannato ad un lungo esilio esistenziale, costretto a percorrere sentieri fino ad allora inesplorati.
Chi potrà consolare un cuore che geme in un muto grido di liberazione?
Padre Anselmo tesse la sua preghiera di invocazione con dell’inchiostro nero sulla carta, alla ricerca di una presenza amica che possa colmare il suo silenzio inabitato. Incontrerà le parole colme di fede dell’Abbadessa Veronica che, con i suoi richiami materni, riuscirà a cingere il dolore dell’uomo ed a condurlo, in maniera inattesa, verso il risveglio della sua coscienza.

Leggi un estratto del libro – Capitolo 3

Dicono del Libro

Una lettera, una testimonianza, parole che accarezzano il cuore: un seminarista scrive.

“Buonasera sono un seminarista, ho acquistato oggi per caso un libretto Piccolo che lei ha scritto. Si intitola “Il giudizio”. Le faccio i miei complimenti per il modo con il quale è riuscita a ingrandire il mio cuore perché in questo scritto ha parlato bene lo spirito Santo più volte. Soprattutto in un cammino di preparazione al sacerdozio, se Dio lo vorrà, che mi porta a scoprire ogni giorno il Dio che mi ha chiamato ad amarlo per sempre, trovo queste sue righe un balsamo che aiuterà a curare con più consapevolezza le ferite che fanno parte del mio percorso. Perdere il centro e perdersi è molto facile Soprattutto in un mondo come questo in cui Dio, come lei ben dice, è spesso lasciato nell’altro mondo. Non aggiungo altro per non dilungarmi in parole che non servono, ma la ringrazio di nuovo di cuore perché questa è stata una carezza di Gesù Donatami gratuitamente per parlare al mio cuore, e come spero parlerà a molti altri. Una buona Quaresima e la porto nelle mie preghiere perché lei continui a parlare di Dio come ha fatto qui. Con riconoscenza”.

***

Prof. Ermes Culos – Commento al libro

Insegnante di lingue e letteratura inglese e traduttore in lingua friulana di varie opere classiche.

Complimenti, Martina, spero non ti dispiaccia se offro un commento al tuo scritto.
A parte l’idea alquanto geniale di costruire un racconto con un semplice scambio di lettere da parte di un frate “travagliato” da dubbi spirituali e di un’abbadessa che gli offre conforto e saggi consigli; e a parte l’acutezza con cui gli stati d’animo del protagonista e della sua interlocutrice vengono descritti, Il Giudizio, di dimensioni di per sé modeste, è tuttavia ricco di allusioni non solo religiose ma scientifiche e letterarie.
Frate Anselmo, per esempio, in un momento di debolezza spirituale, che ci ricorda il Gesù nel deserto, si sente affine a coloro che bramano la “conoscenza assoluta per carpirne il suo intimo segreto”. E il pensiero del lettore cade sui quei tanti che non credono più a nessun dio ma cercano lo stesso di colmare il loro vuoto spirituale con la religione della scienza, dimostrando così, paradossalmente, la necessità di ciò in cui hanno cessato di credere. Fra l’altro leggiamo pure il consiglio a Frate Anselmo della abbadessa che lo esorta a godere il mondo che lo circonda a patto che alla fine si rimetta egli “nelle mani di Colui che ha creato l’uomo…” E’ un consiglio, questo, che ci risovviene il monito di Virgilio a Dante nel Canto 18 del Purgatorio, dove Virgilio, come la abbadessa, trova cosa naturale che un uomo ami le cose del mondo, ma che alla fine deve egli essere capace (con la mediazione di Beatrice) di innalzarsi da esso:
…poniam che di necessitate
surga ogne amor che dentro a voi s’accende,
di ritenerlo è in voi la podestate
72

Ermes Culos

“Il Giudizio”, lo puoi trovare in libreria oppure a questi link:

Recensioni e Interviste